gatti

Le basi del buon toelettatore

Postato il

Le basi del buon toelettatore

 

Dall’Unità didattica La toelettatura del cane e del gatto, corso Professionista animal care

 

«Il mestiere del toelettatore richiede una buona conoscenza degli animali e uno spiccato senso estetico. Per realizzare un buon taglio, valorizzare la bellezza di un animale o nasconderne qualche difetto, per comunicare con professionalità con clienti e colleghi è indispensabile:

– ripassare qualche nozione di anatomia e fisiologia, per poter utilizzare la terminologia specifica usata dai professionisti del settore e poter comprendere e rispettare gli standard di razza;
– conoscere le diverse tipologie di mantello per esaltarne le qualità e lavorare nel rispetto degli standard di razza;
– saper individuare eventuali patologie dermatologiche in modo da indirizzare il cliente da un veterinario e scongiurare possibili contagi tra gli animali che frequentano il salone»

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Occhi di gatto

Postato il

Lo sguardo ipnotico dei nostri amici felini

«Veri e propri gioielli, gli occhi del gatto presentano una grande varietà cromatica, risultato di incroci di pigmenti nell’iride (la parte colorata dell’occhio intorno alla pupilla). Queste mescolanze costituiscono la regola nei gatti comuni; nei gatti di razza, invece, sono proibite poiché il loro standard esige un’iride di colore puro, con uno o, a volte, più colori accettati, ma sempre senza alcuna giustapposizione.

Tutti i gattini nascono con gli occhi blu/grigio chiaro: il colore adulto si stabilizza nei primi 6 mesi di vita».

La zoologia delle razze canine e feline

 

foto-a-pagina-intera2

foto-a-pagina-intera3

foto-a-pagina-intera