Senza categoria

Cambia la segreteria degli studi medici e odontoiatrici, e CEF lancia un corso dedicato

Postato il Aggiornato il

Cambia la segreteria degli studi medici e odontoiatrici,
e CEF lancia un corso dedicato

 

Cambiano attività e competenze richieste per gli addetti alla segreteria degli studi medici e odontoiatrici, e per formarli CEF lancia un corso specifico.

 

Il Responsabile della Segreteria di studio medico e odontoiatrico 4.0 è una nuova figura professionale che integra le attività tradizionali con le competenze di comunicazione on line (e sui social network in particolare), rese ancora più indispensabili in una fase storica in cui l’emergenza Coronavirus impone una diversa organizzazione del lavoro.

 

Scopri di più

04062020083544

Corsi di formazione CEF per l’apprendimento a distanza

Postato il

Oggi più che mai, i corsi di formazione a distanza possono rivelarsi delle risorse davvero molto utili perché consentono di conciliare lo studio con il resto dei propri impegni e aprono le porte al mondo del lavoro

vario-1152772.610x431

Oggi più che mai, i corsi di formazione a distanza possono rivelarsi delle risorse davvero molto utili perché consentono di conciliare lo studio con il resto dei propri impegni e aprono le porte al mondo del lavoro. Gli istituti in Italia che offrono corsi di formazione professionale sono diversi, ma bisogna prestare molta attenzione perché non tutti sono certificati ed affidabili. Alcuni titoli potrebbero non essere riconosciuti dunque vale la pena scegliere le realtà più famose e autorevoli del nostro territorio, in modo da evitare spiacevoli sorprese.

Tra i più affidabili in Italia troviamo senz’altro i corsi di formazione CEF, che ad oggi contano più di 46.000 allievi soddisfatti del percorso e dei risultati conseguiti. Il Centro Europeo di Formazione è una delle realtà leader nel settore della formazione a distanza e se il vostro obiettivo è quello di entrare nel mondo del lavoro questo è un istituto che sicuramente vale la pena prendere in considerazione.

Corsi di formazione professionale CEF: i più richiesti

Il CEF offre numerosi corsi di formazione professionale, appositamente pensati per ampliare il proprio bagaglio di competenze specifiche e per avere maggiori possibilità di accesso al mondo del lavoro. Vediamo quali sono i più richiesti del momento, quelli che più di altri presentano interessanti sbocchi a livello professionale.

Segretaria di Studio Medico e Odontoiatrico 4.0

Uno dei nuovi corsi proposti dal CEF è quello per segretaria di studio medico e odontoiatrico, specializzato nella formazione di una figura professionale che sia in possesso di skill indispensabili al giorno d’oggi. Ormai sono diversi i professionisti che necessitano di una segretaria che abbia competenze aggiornate anche per quanto riguarda la comunicazione digitale e social. Questo corso fornisce, oltre alla formazione “classica” in biologia, medicina ed informatica, anche una serie di contenuti aggiornati in merito alle strategie di comunicazione che oggi sono sempre più richieste anche a tale figura professionale.

CHEFuoriclasse: corso per cuoco professionista

Se la vostra più grande passione è la cucina e vi piacerebbe diventare un cuoco professionista, allora CHEFuoriclasse è senz’altro il corso di formazione perfetto per voi. Consigliato dallo chef stellato Antonino Cannavacciuolo, docente d’eccezione, è uno dei più gettonati in Italia e permette di apprendere i segreti di questo mestiere che richiede competenze, passione ed esperienza. Al giorno d’oggi per avere successo come cuoco non basta entrare in una cucina professionale: bisogna prima di tutto studiare e CHEFuoriclasse è un corso completo che vi permette di realizzare il vostro sogno.

Percorso Immagine: corso per esperti di bellezza e benessere

Lavorare nel vasto e creativo campo del benessere permette di ottenere numerose gratificazioni. Il corso professionale online Percorso Immagine di CEF è tra i più completi del panorama italiano ed è consigliato anche da Diego Dalla Palma, che ne ha confermato la qualità.

Al termine del percorso di studio viene rilasciato anche l’Attestato CIDESCO Italia la grande associazione internazionale di operatori del benessere. Si tratta dunque di un corso completo che apre le porte al mondo del lavoro e permette di acquisire tutte le abilità necessarie in questo ambito professionale.

 

Da varesenews.it, 26 maggio 2020

CEF non si ferma: nasce il nuovo Corso SSM 4.0

Postato il

Una grande novità per una nuova figura di spicco altamente professionalizzata grazie all’ultimo Corso per Segretaria di Studio Medico e Odontoiatrico 4.0 che la scuola presenta in questi giorni

segretaria-studio-medico_sm4_1

Il Centro Europeo di Formazione, già apprezzato da  oltre dieci anni per i numerosi corsi professionali erogati in modalità F.A.D. (Formazione A Distanza), i cui iscritti sono stati finora più di 46 mila, presenta oggi una novità di catalogo: il Corso per Segretaria di Studio Medico e Odontoiatrico 4.0. Non si tratta di una rivisitazione del precedente piano di studi dedicato a questa figura, con cui storicamente CEF ha aperto il mercato della formazione, bensì di un percorso formativo assolutamente innovativo e interattivo nato dalla volontà di presentare solo proposte al passo con i tempi e che formino i migliori professionisti del settore. Un metodo di successo rimane tale solo se vi è una continua volontà a perfezionare ogni dettaglio e ad arricchire i contenuti e le modalità di fruizione. Questa è la sintesi del “Metodo CEF”. Partendo dall’idea del ruolo fondamentale della Segretaria di Studio Medico e Odontoiatrico, il corso da un lato riprende,  integrandoli con aggiornamenti e nuovi strumenti, i moduli formativi nelle aree delle  competenze di base e dall’altro aggiunge un’area di formazione forte nell’ambito della comunicazione digital e social. Questo proprio perché, in un’epoca in cui la tecnologia va di pari passo con il web, diventa imprescindibile saperli padroneggiare. Diviene pertanto necessario essere 4.0.

L’eccellenza: la caratteristica della scuola

Accanto alle capacità personali come l’empatia e la dedizione verso il prossimo e tutte le caratteristiche umane che fanno propendere verso una scelta professionale come quella di lavorare in uno studio medico e a contatto con i pazienti, si rende necessario un percorso formativo in grado di trasformarle in eccellenze realmente spendibili nel mondo del lavoro. Tale corso offre quindi tutte le fondamentali conoscenze che devono essere proprie di una Segretaria di Studio Medico e Odontoiatrico e, in più, anche importanti competenze in ambito di: comunicazione, gestione delle piattaforme web e social che sono ormai utilizzate dalla maggior parte degli Studi Medici ed Odontoiatrici del Paese. Padroneggiarle in maniera professionale, efficace e produttiva fa la differenza e qualitativamente arricchisce un curriculum che, accompagnato dai migliori e più aggiornati studi in materia, delinea quella che è la perfetta figura che si richiede come supporto del medico nelle varie mansioni ad essa assegnate.

Metodi d’avanguardia per tutti

CEF, da sempre scuola all’avanguardia che ha fatto dell’e-learning il suo punto di forza proprio in questi giorni di emergenza ha testimoniato con maggiore efficacia la necessità, per il nostro Paese, di adeguarsi ai tempi e, con questo nuovo prodotto, evidenzia anche l’alta qualità del piano di studi. Coloro che sceglieranno il Corso per Segretaria di Studio Medico e Odontoiatrico 4.0 potranno infatti usufruire di grandi innovazioni semplificate per consentire davvero a tutti di migliorare con un semplice click . Ecco quindi che, direttamente dalla propria abitazione, sarà possibile aprire una finestra sull’apprendimento attraverso le unità didattiche, la realtà aumentata, podcast, webinar, audio book, compiti di verifica e un docente dedicato per rispondere a tutte le domande e guidare ogni allievo verso il conseguimento dell’obbiettivo. Inoltre, coloro che completeranno il percorso didattico e supereranno l’esame finale, verranno iscritti al registro nazionale delle professioni di qualità CEPAS.

Gruppo Ebano e CEF per la formazione a distanza

Postato il

Il Gruppo Ebano lancia la business unit per la formazione a distanza delle aziende

carlo-robiglio-centro-europeo-formazione

Carlo Robiglio: La competitività delle imprese, ancor più dopo il coronavirus, sarà legata alla competenza e all’uso della tecnologia per promuovere uno sviluppo sostenibile Permettere alle aziende di formare i dipendenti, la rete commerciale e anche i clienti grazie alla Fad (Formazione a Distanza). Questa la mission della nuova business unit BtoB lanciata dal Gruppo Ebano (www.gruppoebano.com), la realtà imprenditoriale fondata e guidata dal presidente della Piccola Industria di Confindustria Carlo Robiglio. A dirigere la Business Unit sarà Eleonora Fratesi, che entra anche a far parte del Cda di Cef Publishing. La business unit nasce dall’esperienza maturata dalle società del Gruppo Ebano, che operano in settori complementari tra loro: dall’editoria al marketing, dall’e-commerce alla formazione a distanza. Ed è la formazione a distanza uno dei punti di forza, grazie alla controllata Cef Publishing, leader di mercato nella realizzazione e nell’erogazione di corsi professionali per il mercato consumer, con più di 46 mila iscritti negli ultimi undici anni.Il Gruppo Ebano, con 9 società controllate, 15 partnership produttive, più di 250 dipendenti e collaboratori, ha visto lievitare in sei anni i ricavi complessivi dell’800% e a maggio del 2019 ha ricevuto a Milano, nella sede di Borsa Italiana, il Premio “Deloitte Best Managed Companies” (BMC), il riconoscimento rivolto alle aziende che si sono distinte per strategia, competenze, impegno verso le persone e performance. Il Gruppo Ebano, tramite Cef Publishing, è anche certificata dal programma Elite di Borsa Italiana per i requisiti di affidabilità e trasparenza richiesti dai principali investitori istituzionali. “Il Gruppo Ebano -spiega Carlo Robiglio- unisce all’esperienza Fad la gestione di processi complessi, dalla lead generation, pre-Sales, al Crm e all’approccio al cliente. Processi finalizzati alla vendita, all’assistenza, durante tutto l’iter degli studi, alla gestione degli aspetti amministrativi, al recupero crediti e al customer care.L’iniziativa nasce dalla constatazione e dalla acquisita consapevolezza che la formazione per le aziende non è più un tema inerente solo le risorse umane interne all’impresa, ma un elemento di vantaggio competitivo fortemente collegato anche agli ambiti marketing e commerciali. Ha inoltre ricadute su tutti gli stakeholders dell’azienda, siano essi dipendenti, collaboratori, clienti, fornitori, distributori, dettaglianti, manager, fino all’imprenditore stesso.Sempre più importante, rispetto all’elemento formativo tout court, è l’elemento marketing: un prodotto, un bene, un servizio si valorizzano descrivendone le caratteristiche al mercato potenziale, o al singolo cliente, nonché spiegandone le modalità di manutenzione e conservazione.In tal senso, la formazione a distanza per il mercato b2b -continua Carlo Robiglio- diviene anche experience di acquisto/vendita di un bene e di un servizio (posso infatti prima dell’acquisto conoscerne funzionalità, beneficio, utilità, scopo, durata etc).

L’experience di chi ha già utilizzato il bene o servizio diventa narrazione, possibilità di raccontare il prodotto attraverso le sue qualità, creando un processo emulativo e virale nel mercato e fornendo alla stessa area commerciale elementi narrativi utili per la descrizione e la vendita”.

Il lancio della business unit si inquadra in una tendenza, accelerata dall’emergenza coronavirus, che vede sempre di più le aziende investire sulla formazione.“Siamo passati – conclude Robiglio – dalla società del titolo a quella della competenza. Il titolo di studio era, nella società ormai al crepuscolo, ed è ancor oggi per certi versi, la fotografia statica di una situazione cristallizzata. Ma ormai nessuno può più prescindere dalla necessità di acquisire e implementare costantemente le competenze, prerequisiti della società liquida e dinamica nella quale ci troviamo a vivere. La competenza è come un film: in continuo sviluppo e divenire. E per implementare costantemente le competenze, presupposto per rimanere nel mondo del lavoro, bisogna sempre più utilizzare le nuove tecnologie di formazione a distanza, che ci aiutano a formarci in qualunque posto ci troviamo. Si ottimizzano così le tempistiche e si consente di autoprogrammare il proprio percorso didattico senza togliere spazio ad altre attività.

Formarsi a distanza favorisce in tal senso uno sviluppo sostenibile anche sul piano sociale, proprio perché riduce o azzera, secondo le circostanze, i costi umani dell’evoluzione tecnologica. Ma la Fad si declina anche in termini di sostenibilità ambientale, perché permette alle imprese di sviluppare percorsi formativi ‘non in presenza’, e quindi senza costringere le persone a effettuare spostamenti”

 

“Da BlitzDigital.it, 12-05-2020″

Torna Stick Dog con Cef Publishing

Postato il Aggiornato il

Arriva il nuovo diario di un cane schiappa, Stick Dog: la saga del Cane-Stecchino in Italia con Cef Publishing

stick

Sta arrivando nelle librerie e online, per chi vuole #restareacasa,la nuova puntata del diario del cane schiappa Stick Dog, il Cane-Stecchino della fortunata serie americana tradotta in molte lingue scritto da Tom Watson, un pubblicitario che ha scoperto la bellezza della letteratura per bambini (ma che a quanto pare non sa disegnare molto bene!): Il diario di Stick Dog 2.Stick Dog vuole un hot dog esce nella collana per bambini di CEF Publishing in coedizione con Le rane di Interlinea.Il nostro amico Cane-Stecchino e la sua gang di amici canini cercheranno questa volta di acciuffare alcuni hot dog, tra piani elaborati e tanti ostacoli, in una buffa e bellissima avventura, «disegnata così così», come scrive l’autore, proprio nello stile dei diari dei bambini.
Il volume sarà disponibile in libreria e online a partire dal 14 maggio. Età di lettura: dagli 8 anni.

08-06

Il diario di Stick Dog: Stick Dog vuole un hot dog. È tornato Stick Dog ed è più affamato che mai! Lui e i suoi quattro amici – Babà, Meticcio, Striscia e Karen – devono architettare un piano per rubare dei gustosi hot dog. Ma più si avvicinano al chiosco degli hot dog, più le cose si mettono male: tra procioni ghiotti, piani di rapina non proprio infallibili e… ehm… un rapimento, ce la faranno i nostri antieroi a riempirsi lo stomaco anche questa volta?
Un brano tratto dal libro: «Insomma, a Stick Dog gli umani non piacciono perché sono strani. Ma non gli piacciono anche per un’altra ragione: si tengono tutte le cose buone da mangiare per sé. Sono un branco di bestie egoiste e cattive, con la testa pelosa, che non mollano mai l’osso. Una volta una famiglia ha dato qualche hamburger a Stick Dog e ai suoi amici, al Parco Picasso (in effetti i cinque cani se li erano guadagnati, escogitando un piano che un po’ aveva funzionato e un po’ no)… ma è stata una specie di miracolo. L’abbiamo visto nel primo libro.  Ci siamo? Grande. Ah, dimenticavo, ancora una cosa prima di cominciare. Il fatto di non essere bravo a disegnare è una cosa che accetto e con cui convivo. Ma ho bisogno che lo accettiate anche voi. In altre parole, mettiamoci d’accordo: non mi dovete interrompere quando i disegni sono particolarmente brutti».
Tom Watson vive a Chicago con sua moglie e i suoi due figli. Hanno anche un cane, naturalmente, un incrocio tra un Labrador e un Terranova, che si chiama Shadow. Prima di fare lo scrittore, Tom ha scritto discorsi per la politica. Ha anche lavorato nel marketing e nella pubblicità. Ma poi ha scoperto che gli piace molto di più scrivere libri per bambini. E pensa che i bambini siano molto più intelligenti degli adulti.
Tom Watson, Il diario di Stick Dog/2. Stick Dog vuole un hot dog, traduzione di Marina Vaggi,Interlinea-Cef Publishing 2020, pp. 224, euro 12, “Le rane extra” 6, ISBN 978-88-6699-131-1
Le (dis)avventure di Stick Dog fanno parte della collana “Le rane extra”(cefpublishing.com/le-rane-extra), realizzata da Cef Publishing in coedizione con Le rane Interlinea, con libri di vario formato e varie età di lettura che vedono come protagonisti i nostri amici animali.
I volumi sono disponibili sui maggiori bookshop online in formato cartaceo ed ebook.

 

Green Carpet intervista Carlo Robiglio con uno speciale sul “Metodo-CEF”

Postato il Aggiornato il

Il presidente di Ebano e di CEF ospite del programma che parla di economia, società e sviluppo con una particolare attenzione, in questo caso, all’e-learning: fondamentale per il nostro Paese, specie in questi giorni di emergenza sanitaria

carlo-robiglio-centro-europeo-formazione

Carlo Robiglio, fondatore e presidente della holding Ebano proprietaria della società CEF Publishing Spa, presidente – per il secondo mandato consecutivo – di Piccola Industria Confindustria e vice Presiendente di Confindustria, è stato il protagonista di Green Carpet, programma dedicato ai personaggi di spicco dell’economia italiana. A condurre l’intervista il giornalista Enzo Argante tramite una videocall: unica modalità utilizzata oggi in piena emergenza Covid19. E proprio di questa emergenza si è parlato nel “vis-à-vis“ con il Presidente Robiglio che, nella prima parte, si è soffermato sul suo ruolo istituzionale con considerazioni sull’attualità della pandemia e sui possibili scenari economici che dovremmo aspettarci da qui al prossimo futuro con un particolare focus sulle medie e piccole imprese, cuore pulsante del Paese.

L’efficacia comprovata di un metodo vincente

La seconda parte dell’intervista è stata completamente dedicata all’aspetto personale di un imprenditore di prima generazione che con orgoglio ha parlato del proprio modo di fare impresa che non può in alcun modo prescindere dalla società di punta della holding Ebano: CEF Publishing Spa che attraverso il Centro Europeo di Formazione è oggi la scuola leader nazionale per l’erogazione di corsi professionali a distanza. Di grande attualità l’argomento della formazione che, mai come in queste settimane di emergenza Coronavirus,è divenuto l’unico riferimento sicuro ed efficace per le migliaia di studenti italiani che, com’è noto, hanno potuto proseguire il proprio percorso di studi grazie all’e-learnig.

Il prestigio di grandi docenti e la garanzia della migliore formazione del settore

Nell’intervista si parla del “Metodo-CEF”che ha permesso di mantenere costante l’erogazione delle lezioni anche durante i primissimi giorni di emergenza Covid-19: tutti gli allievi iscritti ai numerosi Corsi professionali non hanno rallentato in alcun modo il proprio ritmo di studio. Corsi con docenti in grado di seguire gli iscritti durante tutte le fasi dell’apprendimento e , tra questi, anche due grandi nomi come lo Chef Pluristellato Antonino Cannavacciuolo e l’esperto di immagine Diego Dalla Palma entrambi personaggi conosciuti e amati che sono per la scuola, oltre che docenti d’eccezione, veri riferimenti di alto livello rispettivamente per il Corso CEFuoriclasse e Professionista della Bellezza e del Benessere.

Clicca qui per vedere l’intervista completa.

L’importanza dell’e-learnig in emergenza Covid-19

Postato il

Una necessità che diventa una risorsa: come l’Italia (e non solo) reagisce in questi giorni di emergenza sanitaria. Le prime impressioni e i dati sul moderno sistema di apprendimento a distanza

studiare-da-casa-ragazzo

In un momento particolare come quello che l’Italia e il mondo intero vivono da qualche settimana a questa parte, sono molti i temi che, parallelamente alla primaria emergenza sanitaria, emergono da uno status insolito che ci vede tutti relegati nelle nostre abitazioni. Nonostante ciò, si è però reso necessario mantenere una sorta di continuità, se pure inusuale, per non impedire che il Sistema Paese si blocchi completamente e, lì dove è stato possibile un efficace intervento, ecco che è prontamente giunta una risposta. Un ambito tra tutti: quello dell’istruzione che, nel giro di pochi giorni, si è letteralmente rivoluzionato per consentire a milioni di allievi di tutte le età di proseguire con il rispettivo percorso di studi.

Le definizioni dell’e-learing

Di fatto si è trattato di un breve quanto efficace percorso che ha condotto, appunto,  all’e-learnig  e che parrebbe, al momento, l’unica soluzione plausibile per questa emergenza. Ma quali sono i dati che emergono da questo nuovo modo di fare scuola per il nostro Paese?  Vi proponiamo alcuni spunti da uno speciale approfondimento sul tema condotto recentemente da Il Sole 24 ORE (più precisamente la guida “La scuola da casa”) che ha riportato pareri e statistiche di vario tipo. Un “media perfetto”, ecco come è stato definito nel documento l’apprendimento a distanza da Daniela Lucangeli, professore Ordinario in Psicologia dell’Educazione e dello Sviluppo e prorettrice l’Università di Padova, senza dimenticare la più celebre citazione di queste settimane ovvero quella del saper “Trasformare l’emergenza in un’opportunità” della ministra all’Istruzione Lucia Azzolina che ha chiosato in tal senso proprio sull’e-learing.

Alcuni numeri e il caso d’eccellenza cinese

Ma dati alla mano, in un articolo di Stefano Carrer, il documento propone anche un caso d’eccellenza che arriva direttamente dalla Cina che, a seguito dell’emergenza Covid-19, ha registrato una crescita esponenziale dell’utilizzo delle piattaforme e-learning ma che, in effetti, vedeva il Paese partire già da una ottima base. E infatti parrebbe che nel 2018 il mercato dell’educazione online avesse fatto registrare un balzo del 25,7% a 251,7 miliardi di yuan ovvero di circa 36 miliardi di dollari (stime di iResearch Consulting Group) e che per la società di ricerche Frost & Sullivan, entro il 2023 il mercato cinese arriverà intorno ai 100 miliardi di dollari investiti. E sempre nel medesimo documento de Il Sole 24 ORE risulta che la Cina è il primo investitore nelle tecnologie didattiche, seguita dagli USA, poi dal resto del continente asiatico (non Cina), dall’Europa e, infine, dal resto del mondo con una forbice molto ampia tra il primo investitore e l’Europa stessa. Parlando più specificamente di priorità, dalle proiezioni per il 2030 di un documento redatto dall’ONU, la  formazione di qualità è collocata al quarto posto tra le necessità di portata mondiale dopo l’abbattimento della povertà (primo posto), della fame (secondo posto), del perseguimento della salute e del benessere (terzo posto).

Conclusioni sull’attualità del modello

Quali conclusioni si possono trarre da queste primissime e appena accennate suggestioni? Certamente che la formazione a distanza è una necessità per tutti i Paesi evoluti. L’emergenza mondiale che stiamo vivendo ne ha, probabilmente, accelerato la divulgazione in nazioni come l’Italia in cui è sempre stata maggiormente radicata la tradizione accademica delle lezioni in aula. Un miglioramento necessario di quello che oggi viene utilizzato sarà senz’altro auspicabile per i tempi futuri. Il Centro Europeo di Formazione ha da sempre creduto nella formula vincente della F.A.D. e oggi più che mai continua la propria attività di divulgazione di tale necessario strumento che è la risposta più avanzata alle esigenze reali di una società che non può permettersi di fermarsi in alcun modo. Recentemente tale concetto la scuola lo ha ribadito con un video divulgato tramite la holding Ebano di cui CEF fa parte che parla di eccellenza italiana, di resilienza e della grandissima risorsa dell’e-learing di cui il Centro Europeo di Formazione è orgogliosamente leader nazionale del settore. Con programmi ben definiti e continuamente aggiornati, CEF è da più di dieci anni proiettata verso il futuro e sempre in evoluzione; la scuola non si è mai fermata durante l’emergenza: i consiglieri, i docenti, e l’intero staff manageriale hanno continuato e continuano a erogare corsi alle migliaia di iscritti che proseguono con la normale formazione direttamente da casa, in questi giorni così come facevano già prima che scoppiasse la pandemia mondiale.

Fonte dati: Il Sole 24 ORE le guide La scuola da casa

Designed by Freepik “Nensuria”

#CEFuturo

Postato il

               Per l’Italia, #CEFuturo! 🇮🇹

 

 

Il Centro Europeo di Formazione lo sa bene: l’Italia è un paese forte e resiliente, sempre in grado di rialzarsi, e la Formazione A Distanza può essere un valido aiuto per non rimanere indietro e per prepararsi al meglio al futuro che verrà.

bit.ly/ItaliaCEFuturo

#CEFuturo: il Centro Europeo di Formazione non si ferma e guarda al futuro

Postato il

L’emergenza Covid 19 non blocca le attività della scuola che continua a erogare formazione di qualità attraverso la F.A.D. e offre agevolazioni economiche ai nuovi iscritti

studiare-da-casa

In un periodo particolare come quello che sta vivendo soprattutto l’Italia in questi giorni, il Centro Europeo di Formazione resta accanto ai suoi allievi. Infatti, alla luce delle ultime direttive relative all’emergenza mondiale Coronavirus (Covid 19), la scuola leader della formazione a distanza continua con la sua attività sull’intero territorio nazionale per consentire agli allievi di non interrompere in alcun modo il percorso di studi intrapreso. Ben consapevole della situazione che coinvolge ognuno di noi – nessuno escluso –  e delle necessarie regole che tutti siamo chiamati a rispettare con responsabile senso civico, CEF continua a garantire, senza interruzione, l’efficienza di tutti i servizi utili per gli allievi. La piattaforma non ha, infatti, subito alcuna modifica così come restano a disposizione degli iscritti tutti i docenti per supportare, come sempre, lo studio di ciascuno di essi.

Regolarità di formazione e tutoraggio per gli allievi

Nessun cambiamento dunque sulla continuità della erogazione dei corsi professionalizzanti  CEF. La  ormai rodata e comoda formula della F.A.D. (Formazione A Distanza) in questi giorni più che mai, rappresenta il sistema più moderno e più adatto all’apprendimento rispetto al tradizionale insegnamento frontale con ore di lezione svolte in aula, che hanno subito la sospensione in tutta Italia. La necessità dell’emergenza non tocca, dunque, coloro che da sempre sono abituati alla formula dell’e-learnig CEF leader nazionale dall’ esperienza decennale.

Importanti agevolazioni per i nuovi allievi

CEF dunque non si ferma dando continuità al servizio di consulenza per coloro che ancora non fanno parte della scuola e che, in questo particolare periodo, possono iscriversi ai corsi usufruendo di una significativa agevolazione economica che CEF Publishing SpA, società di Gruppo Ebano SpA, mette  a disposizione fino alla fine del mese di marzo. Un modo per dimostrare in maniera tangibile che il futuro professionale degli allievi rimane una priorità anche e soprattutto in momenti come questo.

#CEFuturo NON FERMARTI #IoRestoaCasa 

 

Ora più che mai l’Italia crede nella Formazione a distanza

Postato il

L’Italia crede nella Formazione a distanza. Più di 45 mila hanno frequentato i corsi di Cef. Incremento di domande dallo scoppio dell’emergenza Coronavirus

Robiglio-Carlo-771x445

Il Presidente e Ceo Robiglio: in questi giorni stiamo avendo tante richieste. Gli italiani sono per natura resilienti e in tanti già pensano al dopo Coronavirus segnale di come ci sia un’Italia fatta di persone che si rimboccano le maniche e che puntano sul lavoro e sulla formazione.
Tra i docenti dei corsi: lo Chef stellato Antonino Cannavacciuolo per il corso “Cuoco professionista CHEFuoriclasse” e il truccatore e imprenditore nel mondo della cosmetica Diego Dalla Palma per il corso “Professionista della Bellezza e del Benessere. Percorso Immagine”

“In questi giorni stiamo avendo tante richieste. Gli italiani sono per natura resilienti e in tanti già pensano al dopo Coronavirus. Segnale di come ci sia un’Italia fatta di persone che si rimboccano le maniche e che puntano sul lavoro e sulla formazione.”
Lo ha dichiarato questa mattina il presidente del Gruppo Ebano e presidente della Piccola Industria di Confindustria Carlo Robiglio nel presentare, ad un gruppo di investitori e stakeholder internazionali i numeri di Cef Publishing, società del Gruppo Ebano leader di mercato in Italia nella progettazione, realizzazione ed erogazione di corsi professionali attraverso modalità Fad (Formazione a distanza)ed e-learning.
Il Gruppo Ebano, con 9 società controllate, 15 partnership produttive, più di 250 dipendenti e collaboratori, ha visto lievitare in sei anni i ricavi complessivi dell’800% ed a maggio ha ricevuto a Milano, nella sede di Borsa Italiana, il Premio “Deloitte Best Managed Companies” (BMC),  il riconoscimento rivolto alle aziende che si sono distinte per strategia, competenze, impegno verso le persone e performance.  Il Gruppo Ebano tramite Cef Publishing è anche certificata dal programma Elite – Borsa Italiana per i requisiti di affidabilità e trasparenza richiesti dai principali investitori istituzionali.

“L’emergenza Coronavirus- ha dichiarato Robiglio- che sta colpendo l’Italia, imporrà ampie riflessioni che impatteranno sulle future scelte del Paese; riflessioni che sempre più ci porteranno nella direzione di creare una società sostenibile ed inclusiva, che possa permettere a chiunque di crescere in competenze e cultura, anche rimanendo nella propria abitazione e gestendo il proprio tempo secondo personali aspettative e necessità di vita.
Per questi motivi la formazione a distanza, con le importanti innovazioni tecnologiche apportare alle piattaforme e-learning negli ultimi anni, potrà rappresentare un’opportunità di crescita per ampi strati della nostra società che, per i più diversi motivi, oggi ne sono esclusi. Occorrerà altresì che il governo del Paese sappia cogliere subito questa occasione e la faccia propria, creando precondizioni e percorsi virtuosi per promuovere e sviluppare la formazione a distanza in senso ampio e trasversale a vantaggio di tutta la società italiana”.

Sono i numeri a raccontare come gli italiani puntino sulla formazione a distanza.
Più di quarantacinque mila corsisti in undici anni, la maggioranza degli iscritti sono donne per il corsi in Estetica e benessere (97%), Sanità (97%), Sociale (90%), Animal care (77%) mentre solo per quello per “Cuoco professionista chefuoriclasse” attraggono in pari misura uomini e donne. Non solo. La ristorazione è anche una delle due aree, insieme ad Estetica e benessere, in cui i corsi di Cef Publishing/Gruppo Ebano registrano una frequenza pari al 25% anche nelle regioni meridionali.

Tra i docenti dei corsi  lo Chef stellato Antonino Cannavacciuolo per il corso “Cuoco professionista CHEFuoriclasse” e il truccatore e imprenditore nel mondo della cosmetica Diego Dalla Palma per il corso “Professionista della Bellezza e del Benessere. Percorso Immagine”.
In generale, il tasso di maggior frequenza si rileva nel Nord Ovest (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia), con oscillazioni che, a seconda delle tematiche, vanno dal 36 al 39% degli iscritti complessivi.

La formazione a distanza, insomma, è una realtà. “Potrà diventarlo ancora di più se si porrà fine a un’anomalia: in tanti paesi i corsi erogati completamente in Fad hanno il riconoscimento pubblico e in Italia non ancora” spiega Carlo Robiglio.
“Un anacronismo- continua Robiglio- da superare nell’interesse della collettività, più ancora che di chi opera nel settore. Per questo siamo orgogliosi che i nostri corsi rappresentino un’occasione per cambiare lavoro, rimettersi in gioco professionalmente per così tante persone”.

I numeri degli iscritti ai corsi di Cef Publishing/Gruppo Ebano dicono che la Fad è utilizzata soprattutto da soggetti con un titolo di studio medio: diploma professionale o maturità. A seconda della tipologia di corsi, l’incidenza sul totale passa da un minimo del 26% a un massimo del 37% per la maturità e da un minimo del 29% a un massimo del 37% per il diploma professionale.
Non manca una fascia cospicua di corsisti in possesso di licenza media, così come, sul fronte opposto, una quota di laureati, con incidenza che sfiora il 10%.
Quanto all’età dei corsisti, per almeno il 70-80% si tratta di soggetti dai 17 ai 45 anni. Con partecipazione complessivamente più folta per la fascia 26-35, mentre tra i più giovani (17-25) sono particolarmente seguiti (41%) i corsi dell’area Animal care.
La formazione a distanza, tra gli altri meriti, ha quello di ridurre tempi, costi e inquinamento ambientale, in una logica di sviluppo sostenibile.
Non a caso, dall’aprile 2018, Cef Publishing/Gruppo Ebano è certificata B-Corp, la comunità delle aziende che utilizzano “il business come forza per il bene”. Dallo scorso novembre, Cef Publishing si è trasformata anche giuridicamente in Società Benefit.