Social eating

La storia di Giulia, CHEFuoriclasse a Gnammo

Postato il Aggiornato il

Quando l’unione (social) fa la forza:
la storia di Giulia, CHEFuoriclasse a Gnammo

 

Grazie alla collaborazione con Gnammo, la più grande piattaforma di social eating in Italia con cui CEF Publishing ha pubblicato Social eating. Guida alla community gastronomica, oggi possiamo raccontare la storia di Giulia, ex studentessa del corso per cuoco professionista CHEFuoriclasse e ora orgoglio della cucina ligure su Gnammo. Giulia, in occasione di Tempo di Libri, dopo il suo showcooking ha raccontato la sua esperienza assieme al fondatore di Gnammo Cristiano Rigon.

 

Gnammo: l’unione fa… Social eating

Postato il Aggiornato il

Gnammo: l’unione fa… Social eating

«Come nei migliori piatti, è l’unione di più ingredienti a creare un’armonia di gusto e sensazioni: così si unirono le forze e nacque Gnammo, the Social Eating Network»

(da Social eating)

Grazie a tutto il team di Gnammo per aver creduto nel progetto di CEF Publishing!

 

Social eating

Gnammo. Il cibo diventa social

Postato il Aggiornato il

Gnammo.
Quando il cibo diventa social

 

Uno dei momenti più divertenti e social di Tempo di Libri a Milano, quando chef Federico Bonaconza, qui con Cristiano Rigon, ha raccontato la sua esperienza con Gnammo e Social eating

 

Fotogallery a Tempo di Libri

Postato il

CEF Publishing a Tempo di Libri
La fotogallery

 

Questa presentazione richiede JavaScript.

Perché un libro sull’inglese in cucina?

Postato il Aggiornato il

Comunicato stampa del 10/04/2017

Com_CEF Publishing-Jump-001 - Copia

Perché un libro sull’inglese in cucina (che mancava in libreria)?
A Tempo di Libri showcooking e degustazione con Jump the pasta!

 CEF Publishing presenta mercoledì 19 aprile alle 12,30 il libro più utile per cuochi, studenti e appassionati di cucina alla conquista dei fornelli inglesi, con l’autrice Barbara Bianchi e chef Paolo Minosi

 

 «Con un poco di curiosità e di voglia non è una missione impossibile, e ci si potrebbe anche divertire»: così l’autrice Barbara Bianchi spiega il perché della pubblicazione (CEF Publishing) di Jump the pasta! L’inglese in cucina (quello vero), che presenterà con chef Paolo Minosi mercoledì 19 aprile 2017 alle 12,30 allo spazio A Tavola (La Cucina) di Tempo di Libri, la fiera dell’editoria italiana di Milano. La presentazione sarà accompagnata da uno showcooking con degustazione di ricette 100% londinesi.

Perché un libro sull’inglese in cucina? Perché le parole non sempre sono quello che sembrano e non basta dire «Vado a Londra, trovo un lavoro e imparo sul posto» o, peggio, affidarsi a Google Traduttore per risparmiarsi frasi come I know my chickens (conosco i miei polli) o, come suggerisce il titolo del libro, jump the pasta (saltare la pasta: il verbo corretto è toss o sauté). Ciascun lettore, aspirante professionista del settore enogastronomico o semplice appassionato di cucina (ma non solo), avrà il suo perché e troverà in queste pagine un valido aiuto per perfezionare la propria padronanza dell’inglese. Con un poco di curiosità e di voglia non sarà una missione impossibile (e potrebbe anche essere divertente).

Il secondo appuntamento con CEF Publishing a Tempo di Libri si terrà sabato 22 aprile, alle ore 11,30 nello spazio A Tavola, con Quando il cibo diventa social, showcooking e degustazione di chef Federico Bonaconza per presentare Social eating. Guida della community gastronomica (CEF Publishing) di Gnammo, versione moderna del social network più vecchio del mondo: la tavola. Con Carlo Robiglio editore di CEF Publishing e Cristiano Rigon fondatore di Gnammo.

I volumi di CEF Publishing vi aspettano al padiglione 4, allo stand D14-E13, e allo spazio A Tavola, stand Q25

INVITO IN PDF

Gli eventi di CEF Publishing a Tempo di Libri

 Mercoledì 19 aprile, ore 12,30
Tempo di Libri, Fiera Milano Rho, Spazio A Tavola,
La Cucina, Pad. 4
L’inglese in cucina (quello vero!)

Presentazione e showcooking da Jump the pasta! (CEF Publishing), un divertente e utilissimo manuale dedicato all’utilizzo dell’inglese in ambito culinario e gastronomico, rivolto a professionisti del settore che vogliano perfezionare la padronanza della lingua in tutte le fasi del proprio lavoro, ma anche ad appassionati di food a 360 gradi.
Con l’autrice Barbara Bianchi e chef Paolo Minosi

«Perché le parole non sempre sono quello che sembrano e non basta affidarsi a Google Traduttore per risparmiarsi frasi come I know my chickens. Con un poco di curiosità e di voglia non è una missione impossibile, e ci si potrebbe anche divertire»

Sabato 22 aprile, ore 11,30
Tempo di Libri, Fiera Milano Rho, Spazio A Tavola, La Cucina, Pad. 4
Quando il cibo diventa social

Presentazione e showcooking da Social eating. Guida della community gastronomica (CEF Publishing) di Gnammo, versione moderna del social network più vecchio del mondo: la tavola. Un fenomeno da 200mila utenti e 116mila like su Facebook.
Con Carlo Robiglio, Cristiano Rigon e chef Federico Bonaconza

«Ho svolto il mestiere di attore professionista per circa tredici anni, poi ho deciso di dare voce a un’altra mia grande passione, la cucina, e ho deciso di studiare all’istituto alberghiero, diplomandomi come cuoco e… rinascendo una seconda volta!»

 

 

Social eating a Milano

Postato il Aggiornato il

Social eating a Milano:
la storia di Federico Bonaconza

 

Dal libro Social eating la storia di Federico Bonaconza, che da Milano ci accompagna verso i profuni e i sapori della Sicilia:

«Cercavo da sempre di poter realizzare in casa mia delle cene per persone sconosciute. Mi è capitato di viaggiare all’estero e in Turchia e in Georgia sono potuto venire a contatto con la realtà dell’home restaurant. In quei Paesi i ristoranti sono anche in casa! Poi ho visto che in Spagna stava crescendo come realtà e poi finalmente è arrivato Gnammo!»

federico-bonaconza-gnammo-001 federico-bonaconza-gnammo-002

 

Gnammo a Bologna

Postato il Aggiornato il

Gnammo a Bologna:
la testimonianza natalizia di Cinzia

 

Dal volume Social eating:

«Cari gnammers, quello che vi propongo è un menu tutto vegetariano, con verdure e colori che ricordano il fuoco e la  montagna e con accostamenti semplici ma (spero) non banali. La nostra casa e la nostra tavola imbandita per le feste natalizie sono qui che vi aspettano! Io e Maurizio saremo seduti a tavola con voi: conoscervi e cenare con voi è la parte più bella di queste cene!»

 

social-eating