Eventi – novità

L’Italia e la sua cucina sotto l’albero

Postato il Aggiornato il

Comunicato stampa del 15 dicembre 2016

L’Italia e la sua cucina sotto l’albero:
a Natale siamo tutti più buoni con FoodExperience

 

 I tre volumi di CEF Publishing sulla Cucina regionale italiana selezionano le migliori ricette dello stivale da servire al cenone con parenti e amici

 

CEF Publishing presenta i volumi della Cucina regionale italiana, le migliori ricette della grande tradizione gastronomica nazionale, dal nord al sud, lungo un percorso che di regione in regione propone le ricette più gustose della nostra cultura culinaria, con schema degli ingredienti, del costo e della difficoltà di esecuzione, box di curiosità e suggerimenti per abbinare i vini. I primi piatti, I secondi piatti e I dessert fanno parte della collana “FoodExperience” dedicata agli aspetti più curiosi e meno noti della cucina e dell’alimentazione, con volumi distribuiti a livello nazionale, con copertina cartonata e ampio apparato fotografico a colori.

Il lungo viaggio attraverso il territorio nazionale si scoprono ricette ormai quasi dimenticate, come il rabatòn piemontese a base di erbette o il polpo degli zavorristi originario di Portovenere, in Liguria, di cui si racconta la storia. Alcune delle ricette più ricche o particolari, da sempre riservate alle feste, sono tipiche del periodo natalizio: fra queste vi sono i ceci e pan fritto, piatto classico della vigilia nella zona di Teramo, o gli abruzzesi tubetti con la cioffa. Nel volume dedicatori dolci non potevano mancare il pandolce alla genovese, il lombardo budino della serva  a base di panettone, i Lebenkuchen del Trentino e Alto Adige e la spongata da assaggiare a Parma.

 

I volumi della Cucina regionale italiana sono disponibili sui maggiori bookshop online in formato cartaceo ed ebook

CHEFuoricolasse: lezione pratica dolci

Postato il Aggiornato il

CHEFuoricolasse: lezione pratica
dolci e pasticceria

Una lezione pratica del corso per cuoco professionista CHEFuoriclasse dedicata alla pasticceria

 

Ricordiamo che i volumi delle Unità didattiche costituiscono uno strumento di approccio alla materia di studio o di consolidamento delle proprie conoscenze, ma non danno direttamente accesso ai corsi professionalizzanti del Centro Europeo di Formazione.

Il menu perfetto

Postato il Aggiornato il

Come creare il menu perfetto

 

«La successione delle portate, tipica degli esercizi tradizionali, dovrebbe essere funzionale alla creazione di un menu armonico, in crescendo di sapore e di complessità. A minestre in brodo e primi piatti in bianco dovrebbero seguire secondi altrettanto delicati, di carne bianca ad esempio. Crostini di caccia e fegatini amano invece farsi seguire da gnocchi o tagliatelle al ragù, a loro volta preambolo a un succulento arrosto, magari guarnito con porcini»

 

Daniele Maestri, Sapore è sapere

 

foto-a-pagina-intera

Melannurca

Postato il

La Melannurca:
panacea di tutti i mali?

 

foto-a-pagina-intera«La famosa “mela al giorno” è utile anche per combattere il colesterolo cattivo e persino la calvizie? Nel caso della Melannurca Campana parrebbe di sì.
Piccola, rotondetta e rossa, non esaurisce le sue virtù  dell’eccellenza organolettica. Un recente studio condotto dall’Università di Napoli ha infatti scoperto che questo frutto possiede una straordinaria ricchezza di polifenoli (composti molecolari con potere antiossidante), largamente superiore alle altre varietà di mela prese in esame. In particolare è elevata la quantità di procianidine, grazie alle quali sono stati creati preparati che sembrerebbero in grado di contrastare la formazione del  colesterolo cattivo e rallentare la caduta dei capelli.
Se questo studio è ancora in fase di sperimentazione, restano comunque conclamate le virtù di questa e di tutte le mele: ricche di vitamine, sali minerali, acqua e fibre, svolgono una funzione gastroprotettiva, antiossidante, blandamente lassativa (mela cotta) o al contrario astringente (mela cruda)»

Dal volume I prodotti DOP e IGP

Trucchi per cinofili

Postato il

Calming signals: i segnali per evitare i conflitti

(dalle unità didattiche del corso Animal care)

 

I cani sono animali che tendenzialmente non amano i conflitti e hanno sviluppato tutta una serie di segnali utilizzati per prevenire le aggressioni e per ridurre la tensione tra i vari individui. Questi segnali, detti per l’appunto calmanti, comprendono posture e movimenti particolari e possono essere utilizzati – almeno in parte – anche nella comunicazione da uomo a cane.

 

asa-17

CHEFuoriclasse: lezione pratica

Postato il Aggiornato il

Formazione, teoria ma anche tanta pratica:
così si diventa CHEFuoriclasse

 

Una lezione pratica del corso per cuoco professionista CHEFuoriclasse dedicata a ortaggi e frutta: come sceglierli, prepararli e presentarli al meglio.

 

Ricordiamo che i volumi delle Unità didattiche costituiscono uno strumento di approccio alla materia di studio o di consolidamento delle proprie conoscenze, ma non danno direttamente accesso ai corsi professionalizzanti del Centro Europeo di Formazione.

 

Tronchetto di castagne

Postato il

Tronchetto di castagne:
dalla tradizione piemontese

 

Dalle pagine della Cucina regionale italiana, volume sui dessert, ecco una ricetta per affrontare con un sorriso i primi freddi. Si tratta di un dolce a base di marroni, più grandi e dolci delle altre castagne, da accompagnare con un bicchiere di Freisa di Chieri.

 

tronchetto-di-castagne