Eventi – novità

Rigatoni alla carbonara

Postato il Aggiornato il

Rigatoni alla carbonara

«Le versioni di questa ricetta sono tantissime e contraddittorie, così come la sua origine. La ricetta originale (almeno quella più accreditata) prevede l’uso delle sole uova. Se si usano le uova intere bisogna far attenzione perché l’albume coagula a temperature bassissime e quindi si rischia di strapazzare la salsa. I tuorli danno meno problemi in quanto solidificano a temperature un po’ più elevate e se si aggiunge la panna il rischio cala notevolmente (anche se a scapito dell’originalità della ricetta)»

 

Giuliano Fiorotto in I primi piatti, uno dei volumi del Corso per Cuoco Professionista CHEFuoriclasse, dà alcune varienti e trucchi per preparare un ottimo piatto di rigatoni alla carbonara. Nel video seguente la medesima ricetta permette a un’alunna del corso di superare brillantemente la prova finale.

 

Ricordiamo che i volumi delle Unità didattiche costituiscono uno strumento di approccio alla materia di studio o di consolidamento delle proprie conoscenze, ma non danno direttamente accesso ai corsi professionalizzanti del Centro Europeo di Formazione.

Come gli antichi

Postato il Aggiornato il

Come gli antichi

«Si torna, come facevano gli avi contadini, a maneggiare, annusare e assaggiare gli alimenti. Affidandoli, più che all’esame chimico, a quel mirabile laboratorio di analisi che sono i nostri sensi. Torna sovrano l’esercizio della polisensorialità, in una parola del gusto, unico strumento in grado di discriminare con la massima obiettività tra buono e cattivo, tra salutare e nocivo, tra piacevole e ripugnante; tanto che viene da chiedersi se altre antinomie come ordine e caos, bene e male, spirituale e materiale non discendano anch’esse dalle nostre papille»

 

(Da Daniele Maestri, Sapore è sapere)

 

P17

Social eating e Gnammo

Postato il Aggiornato il

Da “Food24 -Il Sole 24 Ore” del 13 maggio 2016, articolo di Augusto Grandi

 

«Non è rossa, come la imbattibile guida Michelin. Ma ha in copertina, in una sorta di marchio di fabbrica , un gruppo di amici riuniti intorno al tavolo. E’ Social Eating, la Guida della community gastronomica realizzata da Gnammo (il più grande portale italiano di social eating) e pubblicata dalla novarese Cef Publishing»

Leggi l’articolo

social-eating-copertina-612x414

 

Let.life al Salone del Libro

Postato il Aggiornato il

Fotogallery di CEF Publishing al Salone internazionale del Libro di Torino – 2

15 maggio 2016, presentazione della piattaforma Let.life

 

Sapore è sapere al Salone del Libro

Postato il Aggiornato il

Fotogallery di CEF Publishing al Salone internazionale del Libro di Torino- 1

14 maggio 2016, presentazione di Sapore è sapere con Daniele Maestri

 

CEF Publishing al Salone del Libro di Torino

Postato il Aggiornato il

Salone internazionale del Libro di Torino
12-16 maggio 2016

 

CEF Publishing allo stand P80 PAD 3
I nostri eventi

 

CEF Publishing presenta FoodExperience

Postato il Aggiornato il

CEF Publishing presenta “FoodExperience”:
la collana per chi ama la cucina fuori dagli schemi

 

Dall’analisi sensoriale in cucina ai prodotti DOP e IGP italiani passando attraverso il social-eating: così CEF Publishing – Centro Europeo di Formazione lancia la collana con Anima digitale “FoodExperience”

 

CEF Publishing, nata grazie all’innovativa vocazione editoriale del Centro Europeo di Formazione, è il nome di riferimento per chi cerca una nuova chance di realizzazione personale e lavorativa grazie a pubblicazioni approfondite nel campo della formazione professionale e con un occhio di riguardo al settore della saggistica culturale e scientifica. L’ingresso di CEF Publishing nel mondo dell’editoria di varia, con la direzione editoriale di Carlo Robiglio, è annunciato grazie a “FoodExperience”, la prima grande collana dedicata agli aspetti più curiosi e meno noti dell’enogastronomia.

 

L’impronta non convenzionale di “FoodExperience”, con una veste editoriale cartonata ed elegante interamente illustrata a colori, è ben rappresentata da Sapore è sapere di Daniele Maestri dell’Associazione Italiana Sommelier: un volume che illustra e spiega come e perché non solo l’olfatto, senso principe in cucina, e il gusto, ma anche la vista, il tatto e l’udito sono coinvolti nell’apprezzamento di un prodotto. Il volume sarà presentato in anteprima al prossimo salone internazionale del Libro di Torino sabato 14 maggio 2016 alle ore 14 nello spazio Cook Book con laboratorio di analisi sensoriale su vino e formaggi.

 

L’eccellenza della gastronomia italiana è contenuta ne volume sui Prodotti DOP e IGP, che con oltre 280 tra formaggi, frutta e salumi mostra come l’esigenza fisiologica di nutrirsi sia divenuta, in Italia, arte gastronomica.

 

Il meglio della grande tradizione culinaria dello Stivale si trova invece nella serie in tre volumi della Cucina regionale italiana.

 

L’anima “social” di CEF Publishing – Centro Europeo di Formazione, leader della formazione professionale a distanza, si riconosce nel volume Social eating, un’utile guida alla community gastronomia Gnammo, l’evoluzione 2.0 del social network più vecchio del mondo, la tavola.

 

“FoodExperience” è un progetto editoriale che non si risolve nella sola carta stampata. CEF Publishing ha infatti dotato la collana di un’Anima digitale grazie a Let.life, una nuova applicazione disponibile per smartphone e tablet che permette alle case editrici di creare un vero e proprio spazio virtuale dei volumi in perenne evoluzione e al servizio del lettore, che inquadrando il codice a barre del volume può accedere a contenuti speciali, video, link, giochi e molto altro. In questo modo un libro non è più “solo” un libro ma diventa il punto di contatto fra il lettore e infiniti contenuti digitali, approfondimenti, e ovviamente altri libri.

(da sinistra nella foto: Guido Galimberti, Carlo Robiglio, Silvia Tripodina)

20160503_103406