Il premio “Storia di Natale” negli ospedali grazie al sostegno di Cef Publishing

Postato il Aggiornato il

Il premio “Storia di Natale” negli ospedali grazie al sostegno di Cef Publishing

L’azienda segue la mission “B Corp” per un impatto positivo e sostenibile con donazioni e incontri nei reparti pediatrici novaresi e italiani

Quando la magia del Natale rende migliori i giorni dei bambini nei reparti e ospedali pediatrici in Italia; è l’obiettivo del premio “Storia di Natale” grazie alla collaborazione con Cef Publishing.

Il primo premio in Italia dedicato a questo tema e che rende protagonisti i bambini – lettori delle storie di Natale dei grandi, ma anche autori delle proprie storie di Natale – si è arricchito da quest’anno di una nuova azione di natura benefica che mira a portare il premio e le storie di Natale negli ospedali e in particolare nei pediatrici e di pediatria oncologica in Italia, per raggiungere anche quei bambini che si trovano in corsia e renderli parte del progetto. Ciò è avvenuto grazie al sostegno Cef Publishing, una delle aziende “B Corporation” che stanno riscrivendo il modo di fare impresa creando un impatto positivo e sostenibile su persone e ambiente perseguendo uno scopo più alto del solo guadagno.

CEF Publishing-Centro Europeo di Formazione è un’azienda editoriale nata nel 2007 all’interno del Gruppo De Agostini e attualmente parte del Gruppo Ebano. CEF Publishing srl è leader in Italia nell’ideazione, edizione ed erogazione di supporti didattici per la formazione professionale a distanza con oltre 40 000 clienti soddisfatti del metodo e delle competenze ottenute. Nel 2018 ha portato a naturale completamento il percorso avviato in questi anni, sempre orientato verso la ricerca di qualità e trasparenza, ottenendo la certificazione B Corp. Il movimento B Corp è formato da aziende che utilizzano “il business come forza per il bene”, persone che seguono valori e aspirazioni e hanno come obiettivo la ridefinizione di un nuovo modello di business adeguato ai nostri tempi, concreto e replicabile. La comunità B Corp sta cercando di accelerare un cambiamento culturale globale per reinterpretare il successo negli affari e costruire un’economia più sostenibile. Anche CEF, come spiega il presidente Carlo Robiglio, «come le aziende che fanno parte della B Corp, sta riscrivendo il proprio modo di fare impresa, affinché la propria attività economica crei un impatto positivo sulle persone, sull’ambiente e sul territorio».

Il progetto, seguito dal direttore marketing Rosaria Lubrano, dona pacchi di libri per bambini della collana “Le rane” Interlinea ai reparti e ospedali pediatrici di diversi ospedali in Italia, con proposte di incontri e laboratori creativi ma anche con lo stimolo a partecipare al bando del concorso scolastico per scrivere una storia di Natale, da pubblicare anche in formato digitale. “Il progetto- precisa Lubrano-prevede la donazione di pacchi di libri per bambini, alcuni editi in coedizione tra CEF e “Le rane” Interlinea, ai reparti e ospedali pediatrici di diversi ospedali in Italia, con proposte di incontri e laboratori creativi ma anche con lo stimolo a partecipare al bando del concorso scolastico per scrivere una storia di Natale”.

La prima donazione avviene venerdì 18 al reparto pediatrico dell’ospedale Maggiore di Novara, città sede di CEF, in collaborazione con l’associazione Il Pianeta dei Clown, con la distribuzione di altri pacchi di libri negli ospedali di Borgomanero, Domodossola, Verbania, Magenta e Vercelli, in alcuni col supporto del Dottor Sorriso Vco. Altri ospedali coinvolti sono il Meyer di Firenze, Bambino Gesù di Roma, Regina Margherita di Torino, Buzzi di Milano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...