Olio DOP e IGP

Postato il Aggiornato il

Olio DOP e IGP patrimonio d’Italia

«Giunto in Italia da tempi immemorabili, probabilmente dall’Asia Minore attraverso la Grecia, l’olio d’oliva è il condimento più apprezzato della cucina italiana e la sua produzione porta il nostro Paese al secondo posto nel mondo dopo la Spagna.
Le coltivazioni d’olivo caratterizzano il paesaggio italiano dalla Liguria alle isole, costellando le colline toscane, romagnole, umbre, abruzzesi e vaste aree di pianura subappenninica.
La varietà di cultivar e le tecniche di coltivazione e di estrazione particolarmente affinate fanno sì che siano oltre 40 gli oli extravergine che hanno ottenuto il marchio DOP o IGP, distribuiti fra tutte le regioni italiane; si differenziano per il colore, dal giallo paglierino al verde smeraldo, per il profumo più o meno intenso e per il sapore delicato, deciso, fruttato, piccante o amarognolo»

Da I prodotti DOP e IGP