Limoni DOP e IGP

Postato il Aggiornato il

I limoni DOP e IGP d’Italia

 

Limone Costa d’Amalfi IGP – Campania
Prodotto nei comuni della Costiera Amalfitana, questo limone ha un frutto di dimensioni medio-grandi, con una forma affusolata (da cui il termine “sfusato”) rivestita da una buccia di colore giallo particolarmente chiaro. Vi si ricava il famoso “limoncello”.

 

Limone di Rocca Imperiale IGP – Calabria
Meglio conosciuto come “limone rifiorente”, poiché fiorisce almeno quattro volte all’anno, ha polpa di colore giallo pallido, quasi priva di semi, e succo abbondante e chiaro, con scarsa acidità. Non è amaro e il profumo è intenso.

 

Limone di Siracusa IGP – Sicilia
Agrume dal gusto particolarmente forte, frutto della cultivar Femminello siracusano, è coltivato lungo la fascia costiera della provincia di Siracusa e offre tre tipologie di frutti: Primofiore, Bianchetto o Maiolino, Verdello.

 

Limone di Sorrento IGP – Campania
Presenta frutti di dimensioni medio-grosse, con polpa color giallo paglierino e succo altamente acido, ricco di vitamina C. La buccia, di colore giallo citrino, è di medio spessore ed è molto profumata.

 

Limone Femminello del Gargano IGP – Puglia
Coltivato nella zona costiera e subcostiera settentrionale del promontorio del Gargano nella provincia di Foggia. Si distingue in due tipologie: limone a scorza gentile, detto Lustrino, e limone oblungo, detto Fusillo.

 

Limone Interdonato di Messina IGP – Sicilia
Frutto di un innesto tra cedro e limone, ha forma tipicamente ellittica; l’epicarpo è sottile, di colore giallo a maturazione, poco rugoso; la polpa è di colore giallo, con semi rari o assenti.